I furbetti del Quadraro e la rete abusiva

Stampa

In via del Quadraro, nel X Municipio, un marciapiede comunale diventa privato con cartello pubblicitario abusivo. Sono trascorsi solo 10 anni


di Angelo Tantaro -
14/11/2010

Tanti anni fa c’era un marciapiede in via del Quadraro angolo via Viviani, poi qualcuno lo recintò e ne fece un posteggio privato per le moto dei propri clienti, affittò lo spazio per affiggere cartelloni pubblicitari 3mx4m abusivi e intascarne il ricavato, lo utilizzò per deposito pedane di materiale vario.

Il popolo del Quadraro insorse, chiamò i vigili, il X municipio, il Sindaco.

Passarono gli anni, quasi otto, e nulla di fatto. Nel gennaio 2009 fummo chiamati dai cittadini del posto che a tutti i costi volevano riappropriarsi del proprio spazio. Rivolevano il loro marciapiede, togliere quella fatiscente e triste rete arrugginita e pericolosa. Il consigliere del X Municipio Matronola presentò un’interrogazione al presidente Medici per chiedere se era a conoscenza della situazione e se non ritenesse urgente e non più rinviabile la necessità di procedere alla demolizione della recinzione metallica realizzata abusivamente dalla A.S. L’AIRONE; se era a conoscenza che già il 09/08/2000 la Direzione Amministrativa del Municipio chiedeva di procedere alla demolizione in quanto oltre che abusiva era su area Comunale.

E’ passato più di un anno. Indovinate dove è la rete e dove è il cartellone pubblicitario senza codici di identificazione. Sollecitati dai poveri cristiani del Quadraro vessati dai furbetti siamo ritornati alla carica e veniamo tranquillizzati dal Municipio che la Commissione I (Attività produttive, O.S.P. Affissioni e Pubblicità, Tributi, Bilancio, Sicurezza e Legalità) ha approvato da due mesi la rimozione.

La gente sfiancata non ne può più e si domanda: ma che fanno al X Municipio dormono? Ma non sarebbe meglio commissionarlo? Si potrà fare?

Ma il Sindaco ne è a conoscenza? Ce la faremo a sopravvivere a questa sciatteria? Un altro segno della distanza tra la politica e la società civile, è proprio questa trascuratezza, la stessa che fa trovare la mondezza di fronte alle nostre case, per la quale il centrosinistra fu battuto dal centrodestra di Alemanno che vince 19 a uno proprio qui al Quadraro, quartiere una volta rosso, figlio della migliore Resistenza.