Benvenuti nel X: il Municipio delle biciclette

Stampa

Sarebbe bello e incoraggiante vedere il Presidente ed i consiglieri municipali andare alle riunioni in bici


di Angelo Tantaro -
20/12/2008

L'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano sui tragitti urbani è spesso ostacolato da sconvenienti e azzardati percorsi e dalla mancanza di aree di parcheggio per biciclette.

Nel X Municipio, fino alla salita del Quadraro, il percorso in bici è abbastanza sostenibile in mancanza di dislivelli rilevanti.

Sempre più cittadini che hanno acquistato la bici per l’utilizzo nel tempo libero nell’adiacente stupendo Parco degli Acquedotti, la usano poi, con la familiarità acquisita, anche per brevi tragitti all’interno del Municipio o, per raggiungere le stazioni del Metro A.

Un caso emblematico è la conta delle biciclette legate al parapetto della scala Metro “Porta Furba-Quadraro”. Questa fermata, ultima prima della salita del Quadraro, la si raggiunge in bici da diversi punti delle zone limitrofe. Uomini e donne legano la bici come meglio possibile (pali, dissuasori, divisori, alberi) e proseguono con la Metro.

Nell’ambito delle attività intraprese dal comune di Roma nel settore della Mobilità Sostenibile, vedi il potenziamento del progetto Bike sharing - bicicletta condivisa-, nel rispetto dei diritti dei cittadini ad una maggiore libertà di movimento e al fine di favorire tutte le attività per avere aria più pulita, anche il X municipio deve dare il suo contributo a ridurre gli ingorghi del traffico e dimostrare di avere un’ interesse ambientalista al benessere della nostra città.

A questo scopo il Municipio deve prevedere di pianificare da subito, l’acquisto di rastrelliere per bici (già sollecitate dal consigliere Matronola all’assessore Perifano) da posizionare nella sede del X municipio in piazza Cinecittà 11; in via Palmiro Togliatti angolo P.zza Cinecittà (ma anche all’interno di Cinecittà 2); a Piazza Don Bosco; a largo Appio Claudio; in Piazza Aruleno Celio Sabino e alle fermate Metro linea A: Anagnina; Subaugusta (viale Tito Labieno/Via Orazio Pulvillo); Giulio Agricola; Lucio Sestio (lato Ponzio Cominio); Numidio Quadraro (uscita via Scribonio Curione); Porta Furba-Quadraro (uscita via dei Fulvi).

Sarebbe bello e incoraggiante, vedere per esempio il presidente del X, Sandro Medici, come i consiglieri Umberto Matronola, Massimo De Pamphilis e tutti gli altri, andare in Municipio in bici.

Deve essere chiaro a chiunque che anche gli amministratori, nostri rappresentanti, privilegiano l’impiego di mezzi non inquinanti e più economici come forme di trasporto urbano alternativo all’uso fastidioso dell’auto personale e dei non meno inquinanti e rumorosi motorini e moto.