Roxana Roman: datemi la medaglia ma non toglietemi le Slot

Stampa

Roxana Roman, titolare del Roxy bar nel quartiere periferico di Roma, Cavaliere «al valore della legalità», una specie di eroina per aver denunciato i Casamonica alla Romanina, insignita del titolo onorificenza dal presidente della Repubblica. Molte delle autorità sono andate a prendere un caffè nel suo Bar. Gesti importanti, tutti fotografati con la tazzina in mano e… dietro una parete di macchinette da gioco dove andare a impiccarsi con i video poker.
Caro Presidente della Repubblica, Caro Presidente del Consiglio, Cara Sindaca ma nessuno di voi è venuto in mente di invitare la titolare a dar via quelle mangia soldi di poveri cristi?
E’ possibile dare un’onorificenza per un gesto molto importante senza dimenticare lo stile di vita e scelte anche commerciali?
Quadraro NO SLOT
Solo la coscienza dei cittadini può sconfiggere le lobby della ludopatia e gioco d’azzardo. L’azzardopatia cresce senza controllo. Iniziamo almeno a indignarci. Iniziamo ad apprezzare i locali NO SLOT.
Chiediamo che anche il locale Roxy Bar appenda il cartello “Questo è un locale NO SLOT. Amiamo i nostri clienti”. Non dovrebbe essere difficile per un Cavaliere.
Caro Presidente però dovevi pensarci prima.