Giancarlo De Sisti

Stampa

DE SISTI Giancarlo Roma, 13.3.1943 Centrocampista
Esordio: 12.2.1961 – Udinese – Roma 2-1  detto Picchio venne alla luce in via Lucio Manilio, 1, al Quadraro.

A soli vent'anni  "Picchio" o "Trottola" , così chiamato per la sua onnipresenza nel campo, prende in le redini del centrocampo della Roma. E' tutt'ora considerato uno dei più forti centrocampisti del calcio italiano del dopoguerra. Dopo cinque stagioni con la maglia giallorossa e una Coppa Italia vinta, passa alla Fiorentina dove gioca per nove anni. Nel periodo fiorentino contribuisce in modo decisivo alla vittoria del miracoloso scudetto del campionato 1968/1969. Tra il 1967 e il 1972 fa parte del gruppo della Nazionale con la quale scende in campo ventinove volte. In maglia azzurra vince l' Europeo del 1968 e arriva secondo al Mondiale del 1970 disputato in Messico.
Sfortunate le sue esperienze di allenatore: scudetto soffiatogli dalla Juventus quando è alla guida della Fiorentina. Dopo quattro stagioni in viola si siede per un anno sulla panchina dell'Udinese. Nel 1991-92 viene chiamato all' Ascoli nella massima serie. Dopo sei mesi, in cui la squadra non riesce ad uscire dalla zona retrocessione, viene esonerato. Qualche settimana prima, ignoti si erano introdotti nel giardino della sua villa facendo esplodere una bomba carta. E dopo aver ricevuto telefonate minatorie nelle quali veniva invitato a lasciare la guida della squadra, De Sisti rinuncia alla sua panchina e alla sua carriera da allenatore. E' invitato spesso come commentatore sportivo in programmi televisivi. Nel 2003 diventa Responsabile del Settore Giovanile della S.S. Lazio e dall'11 marzo 2009 è commissario tecnico della rappresentativa dei Parlamentari italiani.