Abbiamo nascosto a casa i partigiani

Stampa

Nelle casette basse in via dei Sulpici 5, durante l’occupazione la mia famiglia nascose in casa Isabella, Gianmatteo e Giancarlo, i tre figli di Giacomo Matteotti; Peppino Gracceva (con il nome di battaglia di "Maresciallo Rosso", divenne comandante delle Brigate Matteotti, che agivano di concerto con le Brigate Anarchiche in Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Ebbe come suoi diretti superiori Sandro Pertini e Giuliano Vassalli. Partecipò all'evasione di Pertini e Saragat da Regina Coeli) e lo stesso Giuliano Vassalli (Dall'ottobre 1943 alla fine di gennaio del 1944 fa parte della Giunta militare centrale del CLN. Nel gennaio del 1944 organizzò l'evasione di Sandro Pertini e Giuseppe Saragat dal carcere di Regina Coeli. Fu fatto prigioniero a Roma dai nazisti nell'aprile 1944 e liberato nel giugno dello stesso anno). L.