Stampa
Categoria: Storia
Visite: 0

Monte del Grano

E’ il nome popolare del mausoleo di Alessandro Severo, collocato all'interno del Parco XVII Aprile 1944, in un'area di Roma che è attualmente parte del moderno quartiere del Quadraro.

È il terzo mausoleo, in ordine di grandezza, di Roma, ovvero la terza tomba a tumulo dopo la Mole Adriana ed il Mausoleo di Augusto.[senza fonte] Attualmente si presenta come una collinetta di circa dodici metri di altezza un po' nascosta dai palazzi sortile accanto negli anni '70.Nel '500 venne ritrovato al suo interno un imponente sarcofago attico, oggi conservato nelle sale al piano terreno dei Musei Capitolini.Si accede all'interno attraverso un corridoio lungo circa ventuno metri che si apre su una sala circolare di dieci metri di diametro, un tempo divisa in due piani.Vari studi mettono in dubbio l'attribuzione del Mausoleo ad Alessandro Severo, imperatore romano. Recenti studi di Erminio Paoletta accertano che il mausoleo è stato sicuramente la tomba dell'imperatore.

Per approfondimenti

Sito ufficiale della biblioteca dell'Universita' di Heidelberg dove vedere le tavole e la storia del Mausoleo del Monte del Grano.

In questa pagina si trova una delle 5 tavole:

http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/piranesi1784bd2/0031

le altre 4 le trovate in questo altro sito

http://www.bandb-rome.it/tombe_romane.html

Alcune Tombe a Tumulo di Roma: Monte del Grano al Quadraro sulla Tuscolana. Fu il luogo di sepoltura dell’Imperatore Alessandro Severo (ucciso dai suoi soldati nel 235 d.C.); è l’unico esempio di tumulo costruito nel III secolo d.C..

Giovan Battista Piranesi

Tomo II tav XXXI - Pianta e vista del tumulo di Alessandro Severo
Tomo II tav XXXII - Spaccato del sepolcro 
Tomo II tav XXXIII - Sarcofago di Alessandro Severo e della madre Giulia Mamea
Tomo II tav XXXIV - Lato posteriore incompleto del sarcofago Tomo II tav XXXV - viste laterali e sezioni del sarcofago

Visita guidata al Mausoleo di Monte del Grano
http://www.associazionedat.it/index.php?option=com_content&view=article&id=82&Itemid=103

Monumento ai deportati del 17 aprile 1944 nel Parco XVII Aprile 1944

Torre del Quadraro

Si trova a Roma in piazza dei Consoli e veniva usata anticamente per controllare il primo tratto della via Tuscolana e doveva essere verosimilmente in contatto visivo con la Torre di Centocelle. Il nome della torre e dell’omonimo quartiere, sembra derivare da un certo Guadralis, il quale nel 1164 ricevette in concessione il terreno circostante dai monaci di Sant'Alessio.

Porta Furba
(arco di Sisto V) è l’arco che si forma nell’incrocio tra l’acquedotto Felice e la via Tuscolana nei pressi del quartiere Quadraro a Roma.

ulteriori info
http://it.wikipedia.org/wiki/Porta_Furba
http://www.giocandoneltempo.it/Acqua_Felice.htm

Acquedotto Felice

L'acquedotto Felice venne realizzato da Papa Sisto V (al secolo Felice Peretti) nel 1585. Un tempo attraversava tutta la zona est della città, arrivando fino a portare l'acqua sul Quirinale e terminando alla fontana del Mosè presso la stazione Termini, la sua antica 'Mostra'. Ultimamente, a causa delle numerose perdite presenti sulle arcate (l'acquedotto venne realizzato demolendo e abbassando le arcate del Marcio). da circa 15 anni è stato deviato nel parco di S. Policarpo (meglio conosciuto come Parco degli acquedotti).

Quercia del Quadraro, la quercia più antica di Roma

Farnia (Quercus peduncolata) di Via dei Juvenci al Quadraro, probabilmente la più grande Quercia di Roma e con una età stimata intorno ai 400 anni.

17 aprile 1944 monumento  Casale del Quadraro porta furba a  acquedotto felice  quercia quadraro